Skip links

Plenitude: il rivoluzionario rebranding di Eni Gas e Luce

plenitude il rivoluzionario rebranding di eni gas e luce dave slane studio
Tempo di Lettura: 2 minuti

A marzo 2022 verrà lanciato Plenitude. Il marchio Eni in una visione totalmente nuova: attento ai cambiamenti e all’energia rinnovabile. Scopriamo subito il suo nuovo volto!

Chi è Plenitude e cosa significa?

Già dalla fine del 2021 era stato annunciato, ma a qualche mese di distanza ecco che il cambiamento diventa ufficiale. #Eni diventa #Plenitude, il frutto di un lungo studio di rebranding da parte della multinazionale. Non si assisterà solo ad un cambiamento di comunicazione, ma nell’azienda entrerà anche un nuovo amministratore delegato di Eni Plenitude SpA, Stefano Goberti.

“Possiamo essere i migliori alleati delle persone nell’affrontare la transizione energetica.” – S.G.

Plenitude significa pienezza, e rappresenta una completa visione globale dell’energia da parte di Eni. Ma allo stesso tempo racchiude all’interno del nome la loro storia attraverso la parola “eni” incastrata tra le lettere del nuovo naming.

Perché Eni cambia nome?

Eni ha scelto di cambiare per essere in linea con quelli che, ad oggi, sono i loro obiettivi e modelli di business. Le strategie di Plenitude puntano ad un futuro migliore e ad un impegno verso la sostenibilità, continuando ad offrire ai loro clienti soluzioni innovative per abitazioni ed imprese.

Le mission aziendali di Plenitude si racchiudono in:

1.    Garantire ai clienti un’energia ecosostenibile e sicura.

2.    Ridurre le emissioni di CO2 e contrastare il riscaldamento globale.

Il nuovo Logo di Eni Gas e Luce

Nel nuovo logo parola “Eni”, viene inglobata all’interno di Plenitude, è enfatizzata da una sfumatura differente rispetto alle altre lettere. Il cane a sei zampe, simbolo storico dell’azienda, invece rimane. Attenzione, questa volta non soffia più una fiamma, ma volge uno sguardo amichevole verso il sole e, ovviamente, verso un futuro migliore.

Addio al colore nero e rosso, ma non alla tonalità del giallo, ancora presente nel nuovo rebranding di Eni. Questa volta il colore giallo viene ripreso nella parte finale di una sfumatura che spazia dal colore verde al giallo, appunto.

Una gradazione di colori che racchiude le loro missioni e trasmette un messaggio di trasformazione, che punta ad un mondo a zero emissioni nette entro il 2040.

Cosa cambierà nelle offerte di Eni Gas e Luce?

Ci saranno conseguenze sui servizi offerti? Cosa succederà?

Assolutamente niente. Nessuna variazione con il nuovo marchio Plenitude, i clienti continueranno ad usufruire normalmente delle condizioni del contratto stabilito, l’unico cambio è che da marzo 2022 leggerete il logo Plenitude sulla bolletta.

Eni ha dimostrato di non avere paura del cambiamento, utilizzando una nuova immagine aziendale che va a creare un netto distacco con il passato, per dare vita ad una nuova visione ecologica e sostenibile. A mio parere, con Plenitude ha dato prova di una forte ambizione e coraggio, soprattutto dal punto di vista della comunicazione visiva e brand identity.

E secondo te? Eni ha saputo centrare il suo obiettivo?

Se ti è piaciuto questo articolo rendi partecipe altre persone:

Leave a comment

Articoli Recenti

Seguici

Compila il seguente form:

Registrati a "Just"

Esplora
Trascina